Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Il problema del lime nei cocktail dei voli di linea

Recentemente i prezzi del lime, il frutto che gli autarchici conoscono anche come “limetta”, hanno subito una brusca impennata sul mercato globale. Uno degli utilizzi principali dell’agrume, come sappiamo, è legato alla preparazione di diversi cocktail: dal margarita al mojito, dalla caipirinha al cuba libre, e via discorrendo.

Per far fronte agli ingenti costi di ciò che è stato opportunamente ribattezzato «oro verde», alcune compagnie aeree hanno deciso di correre ai ripari sostituendo il lime con il limone, più economico. Negli Stati Uniti le compagnie United Airlines e Alaskan Airlines hanno optato per una riduzione della loro offerta di cocktail. Rahsaan Johnson, portavoce di UA, ha dichiarato all’Associated Press: «Serviremo ancora lime, ma sono più difficili da ottenere. Perciò, in alcuni voli li sostituiremo con i limoni».

Come fa notare ironicamente Gawker, «vedersi servire un margarita con un limone mentre un bambino grida e ti scalcia nel sedile è solo un altro modo per assicurare una rivolta ad alta quota».

 

 

 

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg