29/05/2012 In breve

Douglas Adams e gli ebook, nel 1993

Stampa

L’autore della Guida galattica per autostoppisti, nel 1993, registrò un breve discorso per il suo publisher statunitense Bob Stein della Voyager Expanded Books (Adams era inglese, nativo di Cambridge) in cui narrava l’invenzione del libro, la transizione dall’utilizzo della pietra per l’incisione all’uso della carta, lanciandosi poi in un previsione avveniristica ma straordinariamente azzeccata. Tracciava praticamente il profilo dell’odierno ebook: un oggetto piatto, con uno schermo, in cui si sarebbe potuto leggere ma anche apprezzare immagini, con pagine da sfogliare – virtualmente s’intende – da portare comodamente in borsa («Everything you like about books, scruched up in sylicon… or something»).

Quest’anno, a diciannove anni di distanza, The Literary Platform ha indetto un concorso per “animare” la voce di Adams e creare così un breve cartoon. I vincitori saranno annunciati venerdì, noi vi proponiamo il lavoro del designer e artista inglese Gavin Edwards. Gli altri video sono visibili sul sito competition.theliteraryplatform.com.