Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Pensare come BuzzFeed (video)

C’era il tempo dei portali, quando le notizie si cercavano sulle homepage dei grandi giornali, su Yahoo e Google News. Poi è arrivata l’era dei motori di ricerca, quando le le media companies inseguivano i clic attraverso la Seo. Adesso, però, ruota tutto intorno ai social.

Si apre così la presentazione di Doree Shafrir, direttore esecutivo di BuzzFeed, il sito statunitense la cui missione principale sta nel diffondere contenuti pensati apposta per diventare virali. E poco importa che si tratti di gattini, tutorial su come fare il sandwich perfetto, o di lunghi approfondimenti sui neonazisti americani. Perché il modello di BuzzFeed, spiega Shafrir, è quello di un caffè parigino (o meglio, aggiungeremo noi, il cliché di un caffè parigino può avere qualche americano): sei seduto a un tavolo, stai leggendo Sartre sorseggiando un caffè, e lì di fianco c’è un cane; ogni tanto scambi due parole con i tuoi vicini, a volte parlate di Sartre, altre del caffè, altre ancora del cane.

Shafrir è stata ospite, il mese scorso, del Festival Internazionale di Gironalismo di Perugia. La presentazione che ha tenuto in quell’occasione, intitolata “The Rise of Social Storytelling” ora è disponibile sul canale di YouTube del Festival.

 

(via)

 

Leggi anche: Gattini alla ricerca del Pulitzer: Ben Smith ci racconta il suo passaggio da Politico a BuzzFeed, futuro del giornalismo

 

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg