Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Che fine ha fatto Joseph Kony? Si sta arrendendo, dice la Bbc.

Vi ricordate Joseph Kony, il signore della guerra ugandese diventato famoso grazie al documentario virale Kony 2012? Kony è il leader del Lord’s Resistance Army, gruppo di guerriglieri attivo soprattutto tra il 1986 e il 2006 che ha impiegato molti bambini soldati (purtroppo, non un caso unico nel continente africano, che soprattutto negli anni Novanta è stato travagliato da molte guerre civili dove ragazzini erano reclutati a forza nelle milizie: oggi i conflitti sono circa dimezzati, ma il fenomeno non è scomparso).

Kony è accusato di crimini contro l’umanità dalla Corte Penale Internazionale, che ha emesso un mandato di cattura nel 2005. Ma di lui si era parlato ben poco fino al marzo del 2012, quando l’associazione Invisible Children ha messo su YouTube e Vimeo un documentario di mezz’ora su Kony, il suo fanatismo religioso e l’utilizzo di soldati bambini.

Il video è diventato virale e, solo nei primi giorni, è stato visto da più di 20 milioni di persone. Ad oggi è stato visto da 98 milioni di persone. Per un breve periodo il caso di Kony è stato al centro del dibattito pubblico, ma poi era tornato nel dimenticatoio.

Dunque, che fine ha fatto Joseph Kony? Il governo della Repubblica Centrafricana ha annunciato alla Bbc pochi giorni fa che sono in corso le trattative per negoziare la sua resa. La Bbc riferisce che però trattative simili erano già state intavolate nel 2008 ma poi erano saltate.

(via)

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg