Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Assad? “Con una moglie così non può essere cattivo” disse Sarkò

Ieri sera il sito del Guardian ha pubblicato una ventina di email del presidente siriano Assad, della sua famiglia e dei suoi più stretti collaboratori. Hanno fatto un po’ scalpore le spese folli di sua moglie Asma, che si preoccupa di acquistare gioielli e complementi d’arredo mentre la Siria è in fiamme. Anche se ci sarebbero contenuti più rilevanti dal punto di vista politico: come l’offerta di asilo da parte del Qatar, oppure consigli mediatici che arrivano direttamente dagli ayatollah e da Hezbollah.

C’è un che di ironico in questo tam tam mediatico. Un tempo Asma era apprezzata dalla stampa occidentale – e in misura minore dai circoli diplomatici – proprio perché giovane, glamour e spendacciona. Di Assad (in tempi già sospetti!) il presidente francese Nicolas Sarkozy aveva detto: “Con una moglie così moderna non può essere del tutto cattivo.”

Sul numero di Studio che trovate in edicola raccontiamo questo e altri retroscena. Un ritratto dell’ambivalenza di Assad nei confronti dell’Occidente, della modernità (e di sé stesso).

Intanto qui pubblichiamo alcune delle email.

Nella prima un membro della famiglia reale del Qatar, un’amica personale di Asma, cerca di convincere la First Lady a fuggire con i figli.

Nella seconda un consigliere di Assad suggerisce di smettere di dare la colpa ad Al Qaeda. Questo rafforzerebbe solo i seguaci di Bin Laden, consiglia il regime iraniano e Hezbollah

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg