Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Un altro romanzo sui dinosauri ritrovato tra le carte di Crichton

Alla sua morte, avvenuta nel 2008, Michael Crichton ha lasciato un corposo archivio di documenti, note, appunti, e numerosi romanzi incompiuti. Fino a oggi due suoi libri sono stati pubblicati postumi. Si tratta di Pirate Latitudes (L’isola dei pirati), uscito nel 2009, ambientato nei Caraibi del diciassettesimo secolo e sostanzialmente finito e Micro, uscito nel 2011, dopo un lavoro di completamento dello scrittore Richard Preston.

Ora la vedova Crichton, come riporta The Verge, ha ritrovato un terzo manoscritto intitolato Dragon Teeth, che sarà pubblicato da HarperCollins nel 2017. La cosa più interessante di tutte è che il tema di questo romanzo è quello per cui Crichton è diventato uno degli scrittori più venduti al mondo: i dinosauri. La storia prende le mosse dalla rivalità tra due veri paleontologi di fine Ottocento Edward Drinker Cope e Othniel Charles Marsh, raccontata dal punto di vista di un personaggio di finzione, l’apprendista William Johnson. Sherri, la moglie dello scrittore, ha dichiarato di ritenere che il libro sia stato in parte ispirato dalla corrispondenza tra l’autore di Jurassic Park ed Edwin H. Colbert, paleontologo e curatore di una sezione dell’American Museum of Natural History.

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg