Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Il trailer di The Get Down, la nuova serie di Baz Luhrmann sulla nascita dell’hip hop

I primi episodi di The Get Down saranno disponibili su Netflix a partire dal 12 agosto, ma se ne parla già da molto: il nuovo titolo televisivo unisce lo stile di Baz Luhrmann, il regista de Il grande Gatsby e Moulin Rouge, alla New York del 1977. The Get Down racconterà la storia della nascita di un genere musicale, l’hip hop, unita a quella del quartiere che vi ha fatto da cornice, il Bronx, attraverso un momento nelle vite di un gruppo di adolescenti newyorkesi.

È appena uscito il trailer ufficiale della serie, in cui secondo Flavorwire «ogni frame è ponderato, drammatico ed estetizzato alla perfezione», contribuendo a restituire l’idea di «uno show perfettamente essenziale, una televisione attraente». Nei pochi secondi di anteprima appaiono il ventenne Justice Smith (Città di carta), Shameik Moore (Dope: Follia e riscatto), che interpreta il suo miglior amico, e anche Giancarlo Esposito – il Gustavo “Gus” Fring di Breaking Bad – nei panni di un pastore pentecostale.

Il plot della serie approfondisce come, piuttosto casualmente, il gruppo di ragazzini contribuisca alla prima comparsa del genere musicale che avrebbe poi colonizzato buona parte del mondo. La New York del ’77 è peraltro uno scenario particolarmente interessante: si tratta dell’anno del lungo blackout generale che colpì la città a luglio (quello che fa da sfondo al recente bestseller letterario Città in fiamme, per capirci), e di un periodo giustamente inseritosi nella memoria collettiva come quello de I guerrieri della notte di Walter Hill(Alla Grande mela “spaventosa” di quegli anni avevamo dedicato un pezzo qui su Studio). Ecco il primo trailer di The Get Down.

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg