Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Taylor Swift, icona nazista

La carnagione chiara, i capelli biondi, i lineamenti e i modi accostabili all’ideale di donna della prima metà del Novecento fanno di Taylor Swift una popstar unica nel suo genere. Questi stessi motivi, tuttavia, riporta Broadly di Vice, paiono aver stimolato un culto della cantante sviluppatasi negli ambienti neonazisti.

Sembrerà uno scherzo – e in effetti, la cosa ha parecchi tratti della parodia, come si vedrà – ma esiste veramente un segmento dell’estrema destra che venera la celebrità come «divinità ariana»: si tratta dell’alt right, quel movimento che Broadly definisce ironicamente come a metà strada tra gli hipster e i suprematisti bianchi. Uno dei loro portavoce, il blogger di The Daily Stormer Andre Anglin, ha dichiarato: «Innanzitutto, Taylor è una dea puramente ariana, come fosse uscite dalla poesia greca classica. La reincarnazione di Atena. Questa è la cosa più importante. Ed è anche un fatto assodato che è una nazista in incognito, che sta solo aspettando il momento in cui Donald Trump le permetterà di annunciare al mondo il suo programma ariano». Chi pensa che Anglin stia soltanto parodiando i veri nazi, può dare un’occhiata al sito su cui scrive.

how-taylor-swift-became-a-nazi-icon-body-image-1463775383

Com’è nata la fascinazione dell’ultradestra per Taylor Swift? Con un meme ironico. Il blogger conservatore Milo Yiannopoulous ha rintracciato l’origine del culto ariano della cantante in un meme nato su Pinterest: l’account @poopcutie, gestito dalla teenager Emily Pattinson, qualche anno fa aveva iniziato a postare immagini di Taylor Swift associate a frasi di Adolf Hitler, per prendere in giro le finte citazioni attribuite a Marilyn Monroe che scorgeva nel suo feed. Pattinson ha anche ricevuto una diffida legale da parte dei consulenti d’immagine della star, ma ha deciso di non rimuovere i meme dal suo canale, poi ripresi da BuzzFeed e diventati virali. Naturalmente spesso il confine tra serio e faceto è labile, in questo caso: prendete la pagina Facebook Taylor Swift for Fascist Europe.

Immagini via Taylor Swift for Fascist Europe
54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg