Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Il piano di Ryanair per farci volare gratis

È da sempre una delle compagnie con i prezzi più bassi del panorama, e storicamente ha un gusto quasi provocatorio per l’innovazione (la storia dei posti in piedi, per esempio): ora Ryanair si propone di creare, entro dieci anni, dei voli gratuiti. L’ha previsto e dichiarato il suo Ceo, Michael O’Leary, a una conferenza della Airport Operators Association. Ryanair è cresciuta molto negli ultimi anni, attirando sempre più passeggeri e abbassando costantemente i suoi prezzi: per la fine del 2016 conta di arrivare a quota 119 milioni di passeggeri trasportati, per sfondare il tetto dei 200 milioni entro il 2024.

Come si può far volare dei passeggeri gratis? O’Leary conta soprattutto sull’aiuto degli aeroporti: riduzione delle tasse verso le compagnie aeree, più traffico passeggeri, più ricavi derivati dalla vendita dei prodotti all’interno degli stessi hub. «È una cosa che non potrà accadere a Heathrow o in altri grandi aeroporti», ha detto Michael O’Leary. «Ma per la maggior parte degli altri hub che sta cercando di incrementare il suo traffico passeggeri, è un processo che sta già iniziando, abbassando le tasse aeroportuali e alcuni addebiti».

FRANCE-IRELAND-AIR-TRAVEL-RYANAIR

Ryanair fu fondata nel 1985 ma visse i primi anni in modo piuttosto turbolento, fino all’arrivo dell’attuale Ceo Michael O’Leary. Dopo una visita alla compagnia americana Southwest Airlines, O’Leary si propose di copiarne il modello all’insegna dello slogan “no frills”: utilizzò un singolo modello di aeromobile, eliminò la business class, iniziò a fruttare gli aeroporti più piccoli che “caricavano” meno decolli e atterraggi. Oggi Ryanair è la più grande compagnia low cost d’Europa, collega 28 Paesi tra il continente e il Nord Africa, e ha la sua più grande base operativa all’aeroporto di Londra-Stanstedt.

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg