Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

In Olanda hanno messo gli emoji sulla facciata di un palazzo

Changiz Tehrani, dello studio di architettura Attika Architekten, ha avuto un’idea peculiare con cui decorare un palazzo che ha firmato in una piazza di Amersfoort, una città non lontana da Utrecht, nei Paesi Bassi. Se lì accanto alla nuova costruzione a destinazione mista c’è una costruzione la cui facciata mette in mostra busti di dei greci, Tehrani ha deciso di fare lo stesso, ma con le emoji: Atlas Obscura, parlando del divertente risultato, le definisce «i gargoyle del Ventunesimo secolo».

Emoticon Facade_Attika Architekten (12)

Il nuovo complesso di Plein Rond de Eik contiene ristoranti, negozi e appartamenti, e sul lato esposto a nord presenta emoji in file da cinque, modellati direttamente nel cemento della facciata. Ci sono la faccia che fa l’occhiolino, quella che mando un bacio, diverse arrabbiate e quella con gli occhiali da sole, tutte nella loro versione standard (quella di WhatsApp, per capirci). Le reazioni alla scelta architettonica sono state miste, dice l’articolo di Atlas Obscura, ma secondo il suo creatore «fra qualche decennio, gli emoji renderanno la struttura identificabile come appartenente a questo momento storico».

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg