Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

20 anni di Netflix, tappa dopo tappa

Il 29 agosto Netflix ha compiuto 20 anni, ma non è detto che la sua data di nascita sia il giorno più importante della sua storia, che Wired ricostruisce in un articolo segnalando i momenti fondamentali dal 1997 al successo globale di oggi.

L’estate del 1997 è il momento in cui Reed Hastings, attuale Ceo dell’azienda, investe il ricavato ottenuto dalla vendita di Pure Atria, cofondata con il suo collega Marc Randolph, nell’apertura di una nuova azienda, che non si chiama ancora Netflix, ma Kibble. Un momento ancora più importante è in realtà quando i due decidono, nell’aprile del 1998, di trasformare Kibble in NetFlix.com: con il formato dvd nato da un anno, racconta Wired, e mezzo milione di lettori nelle case, l’idea è offrire un servizio di noleggio postale per pochi dollari con un catalogo di circa 900 film, e la possibilità per il cliente di tenere il film per più di sette giorni invece delle classiche 24 ore offerte dai videonoleggi.

Nel Settembre del 1999 un altro importante passaggio: viene avviato il modello delle sottoscrizioni. Per 15 dollari al mese, i clienti possono noleggiare 4 film al mese e tenerli per tutto il tempo che vogliono. È il varo di un modello di business che diventerà lo standard nel futuro dell’home entertainment, commenta il sito.

A febbraio del 2007, l’azienda inizia a trasmettere in streaming. La base da cui parte si è nel tempo allargata enormemente: 6 milioni di subscriber e una quota del 12% del mercato del noleggio di dvd. Il catalogo contiene circa mille titoli e offre classici del cinema come Chinatown e sitcom come The Office. All’epoca quello dello streaming digitale è un mercato ancora in completa fase di costruzione.

Ma è il primo febbraio 2013 forse la data più importante nella storia dell’azienda: è infatti il giorno in cui viene lanciato House of Cards, prima produzione mainstream (100 milioni di dollari e nomi come Kevin Spacey e David Fincher) di Netflix e anche la prima serie esclusivamente in streaming a entrare nel circuito ufficiale dei premi e dei riconoscimenti (9 nomination agli Emmy quell’anno).

Più recentemente, altre due date particolarmente simboliche raccontano l’espansione della piattaforma: si tratta del 16 ottobre 2015, giorno in cui per la prima volta l’azienda decide di fare uscire in contemporanea un film nei cinema e su Netflix (si tratta di Beasts of No Nation), e del 6 gennaio 2016, il momento che rappresenta l’ingrandimento su scala globale del servizio con il lancio in 130 Paesi, che si aggiungono ai 60 già coperti.

Foto Getty Images.
54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg