Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Il garage in cui è nata la Silicon Valley

Il garage è il luogo d’elezione della mitopoiesi della Silicon Valley, la zona a sud della San Francisco Bay protagonista delle principali rivoluzioni tech degli ultimi decenni. Tradizionalmente, quando si parla di rimesse celebri si fa riferimento al garage del 232 di Santa Margarita Avenue a Menlo Park, quello che Susan Wojcicki aveva affittato agli amici Sergey Brin e Larry Page, i quali poi avevano usato lo spazio per inventarsi Google.

hp

La prima grande azienda della Silicon Valley, tuttavia, fu la Hewlett-Packard, fondata nel 1939 da due laureati dell’Università di Stanford. Al 367 di Addison Avenue a Palo Alto, California, sorge il garage dove William Hewlett e David Packard misero in piedi l’azienda. La storia dell’anonima costruzione è raccontata da un articolo di Atlas obscura: nel ’38 Packard e sua moglie, appena sposati, si trasferirono in un appartamento della casa di Addison Avenue, e un anno dopo David si mise in società con Bill Hewlett, lasciando la scelta del nome della neonata unione al lancio di una moneta. Nella rimessa nacque l’HP200A, un oscillatore audio che da lì a poco venne acquistato, tra gli altri, anche da Walt Disney per testare l’acustica del suo Fantasia.

Il garage di Addison Avenue ha oggi la denominazione di bene culturale parte dei California Historic Landmark, ed è nella lista del National Registry of Historic Places americano.

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg