Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

I fanatici induisti che vogliono creare bambini geneticamente perfetti

L’organizzazione di estrema destra indiana Arogya Bharati ha avviato un programma finalizzato al concepimento di neonati «su misura», per prendere in prestito le parole della notizia riportata dall’Indian Express. I bambini nelle intenzioni di Arogya Bharati saranno più alti, più intelligenti e più chiari di carnagione, grazie ai risultati di una combinazione di dieta, medicina ayurvedica e altre pratiche sui loro genitori. Hitesh Jani, il coordinatore nazionale del gruppo, ha spiegato: «I loro genitori possono avere Qi più bassi, e un background educativo limitato, ma i loro figli possono diventare estremamente brillanti: se le procedure sono seguite correttamente, i figli di genitori dalla pelle scura e di statura inferiore possono nascere chiari e crescere più alti».

Il programma è iniziato una decina d’anni fa, e da allora si è diffuso in molte città indiane: si dice, come riporta il Washington Post, che l’idea sia nata dall’incontro di un esponente di Rashtriya Swayamsevak Sangh – il partito politico conservatore di cui Arogya Bharati è l’ala dedicata ai temi della salute, in un certo senso – con una donna tedesca impegnata, più di quarant’anni fa, a ripopolare la Germania con simili criteri eugenetici, di chiara derivazione nazista. Sabato scorso, la responsabile della commissione che tutela i diritti dei minori nello Stato del Bengala occidentale ha provato a partecipare a una delle sedute in cui il gruppo “catechizza” gli aspiranti genitori, ma è stata bloccata all’ingresso. «Ciò che succede qui è antiscientifico, non può continuare», ha dichiarato Ananya Chatterjee. Arogya Bharati ha risposto che i suoi sono pareri motivati da «divergenze politiche».

54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg