Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Il creatore di Dungeons & Dragons veniva spiato dall’Fbi

Circa un anno fa, un redattore del sito Reason ha presentato un Freedom of Information Act – l’atto ufficiale che negli Stati Uniti serve a desecretare i documenti federali riservati – per ottenere i file del Federal Bureau of Investigation riguardanti la TSR, Inc, la società che ha pubblicato e popolarizzato uno dei giochi di ruolo più significativi di sempre, Dungeons & Dragons.

Scrivendo su Reason, l’autore dice di essere entrato in possesso di dozzine di pagine di materiale, e tra le altre cose di un fascicolo di maggio del 1995 zeppo di riferimenti a Gary Gygax, il popolare inventore del gioco. L’uomo che ha plasmato la nerd culture degli anni Ottanta è descritto come una persona «eccentrica e spaventosa», che possiede un’arma da fuoco, si vanta di rispondere a ogni lettera che riceve da una persona detenuta in carcere, è titolare di una holding in Liberia. Ma, soprattutto, per citare l’Fbi: «È noto per essere un membro del Partito libertario».

gygax-file

Gygax, personaggio molto noto e destinatario d’affetto da parte della comunità che aveva creato, è morto nel 2008. In quell’anno, l’artista e attivista di San Francisco Chicken John ha scritto in un’email uno degli encomi migliori dell’inventore: «Gary Gygax ha salvato più vite della penicillina. Quando avevo 10 anni, lui ne aveva 39. Sapeva che stava scrivendo un libro per persone di dieci anni… ma non ci trattava mai con condiscendenza. Era l’unica presenza adulta della mia vita da quando avevo 10 anni a quando ne avevo 15 che non predicava, non parlava dall’alto verso il basso e non aveva pregiudizi».

Nelle immagini: nel testo un brano del report del 1995 dell’Fbi
54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg