Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Il 28 gennaio tutti i coreani avranno un anno in più

Capodanno è forse il peggiore giorno dell’anno per festeggiare il compleanno, visto che l’attenzione di tutti è rivolta altrove, ma non nella penisola coreana, dove l’inizio dell’anno è proprio il giorno in cui tutti ufficialmente festeggiano il loro compleanno.

I coreani, si legge in un articolo pubblicato su Atlas Obscurafesteggiano il compleanno in due date: quella della data di nascita reale e quella del Capodanno lunare, che come in tutti i Paesi orientali che non adottano il calendario gregoriano, ha una data variabile e in Corea cade generalmente al secondo novilunio dopo il solstizio d’inverno.

I due compleanni non hanno però lo stesso peso. Il compleanno di Capodanno viene infatti considerato più significativo e questo soprattutto per l’importanza che viene data nelle due Coree alla collettività. In occasione del Capodanno lunare le famiglie si riuniscono, si mangia insieme e si gioca. Il piatto tradizionale è una zuppa chiamata tteokguk che, secondo la tradizione, fa diventare appunto un anno più vecchi. Ma non si tratta solo di tradizione, nonostante i cambiamenti sociali e l’occidentalizzazione della Corea del Sud, il Capodanno lunare resta ancora la festa più importante dell’anno.

tteokguk_bowl

La ricorrenza ha poi un’importanza fondamentale rispetto al calcolo dell’età. In Corea, una volta nato, un bambino viene considerato già di un anno, come se si calcolasse anche il tempo della gestazione. Il bambino poi compirà due anni non in corrispondenza della sua data di nascita reale ma il giorno del Capodanno lunare.  Un esempio paradossale: quest’anno il Capodanno lunare sarà celebrato il 28 gennaio 2017, per cui i bambini nati il 27 gennaio il giorno dopo essere nati avranno già due anni in Corea, mentre nel resto del mondo solo un giorno.  Le due età si usano anche a livello ufficiale. Per cose come età del consenso e inizio della scuola si usa l’età “reale”, mentre per altre, come comprare alcol o tabacco, si usa l’età coreana.

 

 

Nell’immagine due sudcoreani celebrano in un acquario il capodanno lunare (Getty Images).
54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg