Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Studio!

Attualità Cultura Stili di Vita

Seguici anche su

+60k
+16k
+2k
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Amazon vuole consegnare anche quando non c’è nessuno in casa

Gli Amazon Dash Button sono piccoli telecomandi che potrebbero benissimo stare insieme al vostro mazzo di chiavi. Sono disponibili anche in Italia e funzionano così: si preme un pulsante e il detersivo per la lavatrice, i pannolini, le merendine arrivano direttamente a casa. Evidentemente l’azienda di Bezos li ha sviluppati per far entrare l’acquisto online nella routine quotidiana, rendendolo più facile di lavarsi i denti. Tuttavia esistono ancora alcuni motivi per recarsi al negozio sotto casa. Uno di questi è la rapidità di consegna. Un altro è la certezza di avere il prodotto tra le mani dopo aver pagato. Amazon lo sa, ed è al lavoro su entrambi i punti.

In questo articolo la CNBC fa luce sui piani del più grande store online per rendere più sicure le consegne e fare in modo che il prodotto giunga a destinazione anche quando non siamo in casa. La soluzione potrebbe essere far arrivare il corriere fino alla nostra automobile, grazie a un’evoluzione del dispositivo sviluppato dall’azienda Frame: una cassetta di sicurezza per le chiavi dell’auto in grado di aprirsi a comando. In questo modo, con lo smartphone, chi riceve il pacco potrà garantire al corriere l’accesso, anche a distanza, una volta sola e per un tempo limitato. Nella stessa direzione va un altro progetto di Amazon, quello di un campanello che consenta a chi effettua la consegna di entrare nell’abitazione e depositare il pacco all’interno. Le aziende coinvolte non hanno voluto commentare la notizia, ma la CNBC ha definito la sua fonte «una persona a conoscenza del potenziale accordo con Frame».

 

 

Foto Getty
54da1fe3c06675ff4ccfe97c_undici-logo-white.jpg