Una delle leggende (oscure) degli anni Novanta, Elliott Smith fu un talento atipico, un’icona dell’indie rock che diceva di sé «non sono la persona adatta per diventare importante e famoso».

di Federico Leoni